top of page

Chi nomina l'OCC ed a chi ci si deve rivolgere?


Nella Provincia di Lecce sino ad oggi è stato prevalentemente il Tribunale a nominare, su istanza del debitore, il professionista facente le funzioni di OCC in forza dell'art. 15, comma 9, della Legge n. 3/2012, in forza del quale  "I compiti e le funzioni attribuiti agli organismi di composizione della crisi possono essere svolti anche da un professionista o da una società tra professionisti in possesso dei requisiti di cui all'art. 28 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, e successive modificazioni, ovvero da un notaio, nominati dal presidente del tribunale o dal giudice da lui delegato".


Con la istituzione dei primi OCC presso il circondario del Tribunale di Lecce (es. l'OCC dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Lecce), però, la designazione del Gestore della crisi da sovraindebitamento dovrebbe essere prerogativa esclusiva dei predetti OCC e non più del Tribunale territorialmente competente in funzione "suppletiva" (in tal senso cfr. l'ordinanza della Corte di Cassazione Civ., Sez. VI, n. 19740 del 08.08.2017). Già altri Tribunali italiani (es. il Tribunale di Roma) si sono orientati nella direzione tracciata dalla Corte di Cassazione, dichiarandosi incompetenti a nominare il professionista facente funzioni di OCC (cfr. la Sezione "Contributi"). Anche il Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza (CCII) di imminente introduzione (01.09.2021) riserva agli OCC costituiti nel circondario del Tribunale competente la prerogativa ad assistere il debitore nell'accesso alle procedure da sovraindebitamento (cfr. art. 68, comma 1, CCII). 

bottom of page