top of page

Download

Trib. Bologna Sez. IV Civ. del 4 agosto 2020

La procedura di liquidazione del patrimonio prevista dalla L. 3/2012 in tema di sovraindebitamento può essere esperita anche in assenza di beni da liquidare, facendo affidamento soltanto sui redditi futuri del debitore

Download

Trib. Avellino Sez. I Civ. del 23 dicembre 2019

Il Tribunale di Avellino delimita il concetto di sovraindebitamento colpevole del consumatore

Download

Trib. Bergamo Sez. II Civ. del 09 novembre 2019

Il Tribunale di Bergamo delimita il perimetro del giudizio di meritevolezza del consumatore ed esclude altresì la procedura di liquidazione del patrimonio in presenza di soli redditi futuri

Download

Trib. Como Sez. I Fall. del 07 novembre 2019

Il Tribunale di Como esclude l'incolpevole sovraindebitamento del debitore (nella specie un libero professionista) nel caso di progressivo ed inesorabile aumento dell'esposizione debitoria erariale maturata negli anni

Download

Trib. La Spezia Sez. Civ. del 09 aprile 2019

Nell'accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento per i crediti erariali (anche iscritti a ruolo) il voto spetta all'Agenzia delle Entrate, mentre all'Agenzia della Entrate Riscossione spetta la sola legittimazione al voto rispetto agli importi dovuti a titolo di oneri della riscossione

Download

Trib. Rimini Sez. Civ. del 9 marzo 2019

Deve ritenersi ammissibile l’accesso del socio illimitatamente responsabile alla procedura di sovraindebitamento ex lege 3/2012

Download

Trib. Napoli Nord III Sez. Civ. del 21 dicembre 2018

Ai fini della ammissione alla procedura di sovraindebitamento, la qualifica di consumatore è riconosciuta non in relazione all’attività svolta dall’istante, quanto al titolo delle obbligazioni inadempiute che hanno determinato il sovraindebitamento

Download

Trib. La Spezia Sez. Civ. del 10 settembre 2018

Sulla proposta di accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento con pagamento parziale dell'IVA

Download

Trib. Rimini Sez. Civ. del 19 aprile 2018

Attesa la natura concorsuale della procedura di soluzione della crisi da sovraindebitamento, il trattamento dei creditori privilegiati non può essere equiparato a quello dei chirografari

Download

Trib. Ancona Sez. II Civ. del 15 marzo 2018

Sulla falcidiabilità dei crediti chirografari per prestiti da estinguersi con cessione del quinto dello stipendio

Download

Trib. Rimini II Sez. Civ. del 12 marzo 2018

La qualità di socio illimitatamente responsabile di società passibile di fallimento, e dunque di soggetto a cui il fallimento andrebbe esteso ex art 147 l. fall., non esclude l’accessibilità alle procedure di sovraindebitamento

Download

Trib. Roma Sez. Civ. del 10 gennaio 2018

No alla nomina "suppletiva" del gestore della crisi da sovraindebitamento da parte del Tribunale dopo la costituzione degli OCC

Download

Trib. Brescia Sez. Civ. del 2017

La procedura di liquidazione del patrimonio prevista dalla L. 3/2012 in tema di sovraindebitamento può essere esperita anche in assenza di beni da liquidare, facendo affidamento soltanto sulla retribuzione mensile del debitore 

Download

Trib. Reggio Emilia Sez. Fall. del 19 novembre 2016

Il sovraindebitato è consumatore ai sensi dell’art. 6 L.n.3/2012 quando ha sottoscritto un mutuo ipotecario per supportare il coniuge imprenditore individuale nella gestione finanziaria di impresa, senza avere mai partecipato alla gestione della stessa

Download

Trib. Trib. Prato Sez. Fall. del 16 novembre 2016

Nella procedura di liquidazione dei beni del sovraindebitato, benché la ricorrente sia socia illimitatamente responsabile di società di persone, la fallibilità per estensione di cui all’art. 147 l.fall. non integra l’ipotesi preclusiva di accesso alla procedura di sovraindebitamento

Download

Trib. Milano II Sez. Civ. del 18 agosto 2016

Non può essere sottoposto a una delle procedure della legge 3/2012 il socio illimitatamente responsabile di una società di persone poiché quest’ultimo è assoggettabile al fallimento ex art. 147 l.f.

Download

Trib. Bergamo Sez. Civ. del 12 dicembre 2014

Non può essere ammesso al piano del consumatore il soggetto gravato da obbligazioni derivanti anche e soprattutto dalla prestazione di garanzie personali (nella specie fideiussioni) nell'interesse di società esercente attività di impresa. 

Download

Trib. Vicenza Sez. Civ. del 29 aprile 2014

Sulla necessità dell'assistenza tecnica del debitore nelle procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento

bottom of page